Volvo Progetto Powerstop

Bilancio dei primi due anni del progetto Volvo Powerstop presso la concessionaria Volvo C.A.R. Room di Roma.

547 tonnellate di CO2 non immessa nell’aria grazie a 39.000 cariche erogate per una percorrenza di 4,5 milioni di km in elettrico: questi i numeri del progetto Volvo Powerstop a due anni dall’attivazione e in vista di sviluppi che amplieranno l’accessibilità del servizio

Il progetto Powerstop è stato promosso nel 2021 da Volvo Car ltalia in collaborazione con la rete delle concessionarie ufficiali Volvo in Italia per favorire su scala nazionale la diffusione della mobilità elettrica nel nostro Paese, in linea con la scelta strategica di Volvo Cars a favore dell’elettrificazione. L’iniziativa, pensata per fornire un rassicurante servizio a quegli automobilisti che intendono scegliere di guidare elettrico ma temono le carenze infrastrutturali del nostro Paese in tema di possibilità di ricarica sulle lunghe distanze, ha portato all’installazione di stazioni di ricarica ultrafast presso le concessionarie Volvo. La direzione intrapresa è quella dell’ammodernamento della mobilità in senso elettrico.

La prima stazione di ricarica ultrafast Volvo per auto elettriche presso una concessionaria Volvo è stata attivata il 10 febbraio 2022 grazie a Volvo Ambrosi di Perugia. Da quell’evento si sono succedute altre 18 inaugurazioni per un totale di 22 stazioni di ricarica in funzione a coprire una buona parte del territorio nazionale. A oggi, il progetto Powerstop si può così sintetizzare:

  • 22 stazioni Powerstop attualmente in funzione
  • 39.000 ricariche effettuate da inizio attività
  • 4,5 milioni di Km percorsi con le ricariche erogate da Powerstop
  • 547 tonnellate di CO2 allo scarico non emesse/risparmiate

Pensando all’impegno che è proprio di Volvo Cars per la riduzione del carbon footprint delle proprie auto nell’ambito del suo impegno per la Sostenibilità, il risultato delle Powerstop appare in tal senso assai significativo e tangibile. Sono stati inoltre consuntivati a oggi:

  • 910 MWh (megawattora) di energia ricaricata da inizio attività
  • 23 kWh di energia ricaricata per ricarica (media)
  • 115 Km di autonomia ricaricati ad ogni sosta (media)
  • Durata della sosta per la ricarica (media): 17 minuti

Le stazioni Powerstop ultrafast attive si trovano nelle città di Alessandria, Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Civitanova Marche, Ferrara, Frosinone, Milano, Modena, Padova, Parma, Perugia, Ravenna, Rimini, Roma, Torino, Trento, Udine, Varese e Verona.
Le stazioni più utilizzate sono risultate Milano (6.903 ricariche), Verona (6.473 ricariche) e Ferrara (4.429 ricariche).
Le Powerstop Volvo hanno almeno 100 kW di potenza installata e sono in funzione 24/7.

In linea con lo spirito di condivisione che da sempre è tipico di Volvo, i punti di ricarica Powerstop attivati da Volvo Cars sono aperti agli utilizzatori di veicoli elettrici di tutti i marchi e non solo agli utenti Volvo; un messaggio forte per tutti coloro che auspicano un passaggio effettivo senza patemi alla mobilità elettrica.

Come prologo al progetto su scala nazionale, Volvo Car Italia ha inaugurato, Il 9 novembre 2021, la stazione Powerstop Portanuova – la prima stazione di ricarica veloce nel cuore della Milano più moderna – un’iniziativa che ribadiva una volta di più l’impegno di Volvo nel dare reale impulso alla diffusione della mobilità elettrica e alla riduzione delle emissioni di CO2.


È stato Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia, a ricordare i contorni del progetto, a ribadirne l’unicità e a commentarne i risultati:

“Il progetto delle stazioni Powerstop di ricarica ultrafast by Volvo Cars è un’iniziativa senza precedenti. Siamo stati il primo costruttore automobilistico a impegnarsi attraverso investimenti concreti nella realizzazione di una rete di stazioni per la ricarica veloce accessibili a tutti gli automobilisti. E ancora più concreti sono i risultati, come dimostra l’enorme quantità di CO2 risparmiata e il numero di ricariche effettuate. Con le stazioni Powerstop abbiamo voluto dare il nostro contributo alla mobilità elettrica per renderla possibile sul territorio nazionale, per viaggiare da Nord a Sud e da Est a Ovest della nostra penisola sapendo di poter contare su punti di ricarica veloce dislocati in maniera conveniente. La strategia di Volvo a favore dell’elettrificazione è ormai nota e il modo in cui le concessionarie ufficiali Volvo, insieme alla filiale nazionale, hanno portato avanti un progetto oneroso e impegnativo come Powerstop dimostra, una volta di più, l’unità di intenti che accomuna la Casa madre e chi rappresenta il marchio sul territorio.”

In occasione della conferenza stampa dedicata al progetto è stata inaugurata anche la stazione di ricarica Powerstop / C.A.R Room, la seconda stazione di ricarica ultrafast Volvo attivata a Roma dopo quella inaugurata nell’aprile 2022 presso la concessionaria Volvo Autostar Flaminia.

Gli sviluppi futuri
Al di là degli ottimi risultati ottenuti nei due anni dall’avvio, il progetto Powerstop continuerà a svilupparsi nel senso di una sempre maggiore accessibilità al servizio.
Sono previste ulteriori aperture di stazioni di ricarica per arrivare a un numero totale di 30 stazioni ultrafast. Le prossime inaugurazioni saranno quelle delle concessionarie di Vicenza, Magenta, Empoli e Catania. In fase di valutazione è Napoli. Volvo Car Italia e i concessionari Volvo attiveranno inoltre 20 stazioni di ricarica da 50 kW. L’obiettivo è quello di aumentare la capillarità e la versatilità del servizio per arrivare nel 2024 ad avere una rete complessiva di circa 50 punti di ricarica.
Volvo è pronta a offrire ai propri clienti – o agli utilizzatori della rete Powerstop – la ricarica con carta di credito e in occasione dell’inaugurazione della stazione Powerstop / C.A.R. Room avvenuta oggi, annuncia l’attivazione in modalità demo del servizio, nonché la sua disponibilità nel corso del 2024 anche presso le altre Powerstop della rete nazionale. Il tutto in base al Regolamento 2023/1804 del Parlamento Europeo sulla realizzazione di infrastrutture per i combustibili alternativi – cosiddetto Regolamento AFIR, Alternative Fuel Infrastructure Regulation – pubblicato in Gazzetta Ufficiale Europea lo scorso mese di settembre, si prevede infatti che i gestori di punti di ricarica accessibili al pubblico debbano dare agli utenti finali la possibilità di ricaricare pagando con carta di credito (da aprile 2024 per le infrastrutture di ricarica nuove, dal 1 gennaio 2027 per tutte, incluse le esistenti).

Volvo ha recentemente cambiato Mobility Service Provider (MSP) passando da Plugsurfing a Digital Charging Solutions, che è in grado di garantire una copertura più capillare e funzionalità avanzate integrate nella Volvo Cars App. L’accordo prevede un prezzo promozionato accessibile ai soli clienti Volvo di 0,50 €/kWh fruibile su tutte le infrastrutture di ricarica in Europa con potenza installata superiore a 100 kW. Tale tariffa di favore vale per 12 mesi dalla data di consegna dell’auto nuova (MY24 e ulteriori). Allo scadere di questo periodo, per mantenere la stessa tariffa scontata, sarà necessario sottoscrivere un abbonamento mensile del costo di 14,99 €. In alternativa il cliente pagherà il prezzo di listino (che sulle Powerstop tramite Volvo Cars app è di 0,94 €/kWh).

L’impegno di Volvo per la riduzione delle emissioni di CO2
L’azione di Volvo Car Italia si inserisce nel contesto più ampio della strategia di Sostenibilità di Volvo Cars, che si basa sull’elettrificazione e sull’abbattimento delle emissioni di CO2 lungo l’intera filiera di vita dell’auto e nella catena dei fornitori. Un elemento chiave è costituito dall’azzeramento delle emissioni allo scarico delle auto in virtù dell’elettrificazione. Le vetture full electric lanciate da Volvo – le nuove EX90, EX30 ed EM90 che si aggiungono ai modelli XC40 e C40 – confermano la direzione intrapresa da Volvo.
Volvo Cars intende ridurre l’impronta di carbonio del ciclo di vita di un’auto del 40% tra il 2018 e il 2025, anche realizzando una riduzione del 25% delle emissioni nella sua catena di fornitori entro il 2025.  Inoltre, alla conferenza COP28 in corso a Dubai ha annunciato di puntare a ridurre, entro il 2030, le emissioni di CO2 per autovettura del 75% rispetto al valore di riferimento del 2018. Nei primi nove mesi del 2023 le emissioni complessive di CO2 per autovettura sono state inferiori del 19% rispetto al 2018.

In questo quadro, significativo l’accordo con il produttore svedese di acciaio SSAB per l’utilizzare acciaio di alta qualità a emissioni quasi zero.
Volvo intende infine favorire e incentivare l’utilizzo di energia pulita proveniente da fonti rinnovabili e aspira a diventare un’azienda a impatto neutro sul clima entro il 2040.

Ankle Cheap Christian louboutin Women Ron Ron Louboutin 100mm Red Black Pumps Sale Women.