Volvo XC90 – Test Drive – oltre

Un viaggio itinerante per l’Europa mettendo sotto prova la XC90, un salotto 4 ruote viaggiante e consumi sorprendenti

Metti un viaggio itinerante per l’Europa con previsione di “macinare” qualche migliaia di km e una Volvo XC90 B5 il risultato?E’ un mix perfetto!

Con la previsione di un itinerario così lungo e allo stesso tempo ristretto nel tempo a causa delle restrizioni Covid attuali che non mi hanno permesso di allungare in tempo il mio viaggio, la Volvo XC 90 è stata una splendida compagna di viaggio per non dire il mio salotto a 4 ruote per 4200km.

Eccovi qui il nostro video Test alla scoperta di nuovi luoghi 😉

La Volvo è una XC 90 B5 Diesel Mild hybrid da 235CV nell’allestimenti Inscription che è l’allestimento ottimale per questa avventura.

L’itinerario prevedeva principalmente autostrade, Italiane, Francesi e Spagnole, ma durnate il tragitto mi sono anche ritagliata escursioni diverse passando tra le viuzze strette di paesini Spagnoli, strade bianche tra le colline di don Chisciotte,

passaggi tra vigneti delle campagne del Cognac a passi di montagna innevati tra Francia e Italia. 


Quindi posso dire di aver provato questa vettura in ogni situazione.

Alla guida iniziamo dai viaggi autostradali, con una volvo è una garanzia, mi aspettavo di viaggiare comoda e sicura, ma davvero non mi sarei aspettata di affrontare km giornalieri sino a 1250 e 12 ore alla guida con un confort del genere. 

Tra le cose che mi hanno stupito di più di questa vettura è la silenziosità, non c’è un minimo fruscio d’aria viaggiando sempre nei limiti di velocità consentiti.

Se poi si accende lo stereo, e la mia vettura era accessoriata con l’impianto Bowers & Wilkins grazie alla qualità massima dei componenti e alla tecnologia più all’avanguardia nel settore audio, garantisce una riproduzione del suono assolutamente reale e fedele.

L’impianto è il risultato del lavoro congiunto degli ingegneri di Bowers & Wilkins e degli esperti di impianti audio di Volvo Cars,

che lo hanno studiato come un elemento integrale dell’abitacolo, posizionando con estrema precisione gli altoparlanti di ultima generazione.……

il sound riempe l’abitacolo e ci si isola completamente dall’ambiente esterno.  E poi esteticamente mi piace molto come è posizionato, con design raffinato in perfetta sintonia al salotto svedese.

Altro punto di forza della vettura in prova è l’allestimento dei sedili nella versione più accessoriata con rivestimento in pelle traforata, ventilati, regolazione elettrica che modellano il sedile a qualsiasi esigenza e per di più anche l’opzione massaggi che trasformano ore di guida in ore in spa viaggiante. Uaoooo!

La Volvo è simbolo di sicurezza, e questa vettura è davvero all’avanguardia in questo settore, gran parte del viaggio autostradale l’ho fatto con il cruise control adattivo inserito che addirittura riduce la velocità in curva per mantenere il confort di viaggio.

Qualche volta , per curiosità, ho anche inserito la guida autonoma, ed è davvero funzionale, ma amando guidare, l’ho usata poche volte.  

Guida sulle vie di tutti i giorni e scampagante montane

Abbiamo fatto tappa a Murcia, definita come l’orte verde d’Europa  grazie ai suoi frutteti e alle vallate che la rendono un angolo verde … in perfetta sintonia con la nostra compagna di viaggio #mildhybrid 

La macchina ha misure importanti, e alla guida non vi nego che si sentono, ma non eccessivamente, ci si abitua subito a capire che le frenate non possono essere da auto sportiva e che l’assetto sui curvoni veloci ha i suoi limiti più evidenti, ma sulle strade di montagna la guida è fluida .

La vettura non ha mai mostrato grosse criticità di assetto, le sospensioni di serie hanno una configurazione che permette di attutire le varie asperità delle strade cittadine e non imbarcare la vettura sulle strade tortuose, la sola criticità, come già accennato, è sui curvoni veloci dove la vettura tende ad imbarcarsi un po’. 

Sicuramente il mio suggerimento è di inserire l’accessorio delle sospensioni pneumatiche con telaio a controllo attivo, opzione chè ho avuto modo di testare sulla medesima vettura ma con motorizzazione T8 plug in, con questo assetto al vettura irrigidisce l’assetto quando si ha una guida più arzilla, e l’asticella del limite si sposta più in alto.

E poi tappa ad Alcanzar de San Juan nella Mancia nella #spagna di #Cervantes dove ci sono ancora i mulini di Don Chisciotte guardate che bellezza ! 

Il motore Diesel ha una notevole cavalleria (235cv) che permettono la vettura di muoversi con brio su tutti i tracciati

I consumi sono ottimi, sono riuscita a tenere delle medie di 12,7 km/lt che per una vettura di questa stazza sono davvero ottimi.

Parlarvi dei pregi di questa vettura potrei spendere ore, parlando del confort, del livello di finitura, della capacità di carico e di tante altre cose d’altronde stiamo anche parlando di una vettura di fascia alta, quindi la cura del dettaglio e degli allestimenti e molto completa, per chi cerca una vettura di questa portata farà anche fatica a trovare dei difetti, a meno che uno cerca davvero il così detto “pelo nell’uovo” e potrebbe trovare i comandi sul volante troppo sensibili e facili da attivare involontariamente.

La vettura non ha fronzoli inutili, è una Volvo, quindi non aspettativi mille pulsanti sulla plancia, il colore dell’abitacolo che cambia colore e quadranti elaborati, qui c’è l’essenziale, ma tutto, e soprattutto la sobrietà e la sostanza fanno da padroni.

L’estetica esterna la vettura ha delle line pulite, proporzionate e raffinate, che a mio avviso la posizionano davanti alla concorrenza di pari classe. Per non parlare del prezzo che rispetto alla concorrenza è nettamente vantaggioso.


Per concorrenza si intende Land Rover Discovery, Audi Q7, BMW X7 (sono andata provo a vedere i modelli con le personalizzazioni tra cerchi e optional… e Continental in mano)

E dopo queste tappe perchè non provarla in montagna? Ed eccoci prima del rientro in Italia ad affrontare un passo ancora innevato prima del Frejius da La Rochette che spettacolo la natura!

In montagna sulle discese ho preferito la guida manuale in modo da avere più freno motore ed evitare di surriscaldare i freni visto che la mole della XC90 è sostanziosa.

Ci siamo trovati con un manto viscido sulla strada e la macchina non ha dato nessuna incertezza nonostante il pneumatico estivo.

E cosi per non farci mancare nulla una volta giunte in Italia, ci siamo deliziate la vista con una tappa sul Lago di Lecco a Dervio dove le barche a vela non mancano mai, belle da vedere anche a bordo della nostra fedelissima XC90 …

p.s. il bagagliaio supera i 700litri è con i sedili abbassati è qualcosa di pazzesco!;)

Ankle Cheap Christian louboutin Women Ron Ron Louboutin 100mm Red Black Pumps Sale Women.