Dacia Duster 2018 – test drive

Alla guida della nuova Dacia Duster nella versione 4×4 con motore 1.500 cc turbodiesel da 110 Cv.

Anno nuovo Duster nuovo!


Si balla, siamo  in un esercizio tecnico chiamato twist tra fango, buche e sterrato stiamo guidando in off-road per mettere a prova le capacità 4×4  della nuova Duster.
Ecco qui il nostro video test

Da sempre Duster ha fatto parlare di sè  in Italia ha venduto più di 135.000 unità dal lancio, imponendosi nel 2017 come il SUV straniero più venduto a privati.
Alla guida  in autostrada è abbastanza confortevole dal punto di vista acustico e anche il confort generale è abbastanza buono. Il motore lo conosciamo molto bene ed è davvero apprezzato.


Sugli sterrati il sistema di trazione permette una guidabilità ottima anche nelle situazioni più difficili che si possono creare è sicuramente una volta imparate le base di quando e come usare i dispositivi di aiuto alla guida è davvero tutto molto semplice…

La maggiore sensazione è quella di solidità percepita, data da un pianale rinforzato, lamiere più grosse, e dai vetri più spessi.  la nuova generazione del SUV low Cost (ma solo per il, prezzo, come vedremo) del Gruppo Renault, nella versione 4×4 mossa dal mitico 1.500cc turbodiesel da 110 Cv.
Proprio per il luogo in cui la stiamo provando e le condizioni climatiche con le Bridgestone Dueler con le quali è equipaggiata andiamo tranquillissime anche appena inizia a nevischiare..

La Dacia Duster è decisamente cresciuta in qualità e sostanza e ormai si può battere ad armi pari con SUV compatti del segmento C dal prezzo ben superiore. Il prezzo parte in italia da 11.900 euro per la versione 1,6 benzina da 115 CV e due ruote motrici ma con l’allestimento top e il motore della nostra prova non supera i 20.000. Il cambio automatico è disponibile sulla versione 1.5 dCi 2 ruote motrici. Un ‘auto davvero soddisfacente e valida ancora più oggi che è dotata di 4 telecamere, blind assist, hill descent control, keyless access e molti altri accessori prima destinati solo a concorrenti di ben altro prezzo.
Il nostro percorso è davvero incantevole uno stop a Rocca Calascio, un luogo da vedere nella vita e set per molti film tra cui The American con George Clooney, Il nome della rosa, Ladyhawke e molti altri.
La rocca in provincia dell’Aquila, nel territorio del comune di Calascio, ad un’altitudine di 1450 metri s.l.m, poco sopra il paese. È ricompresa nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. È conosciuta per la presenza del castello, tra i più elevati d’Italia

Arriviamo fino a Santo Stefano di Sessanio e alloggiamo nella splendido Albergo Sextantio, questo boutique hotel dal sapore antico, situato in antiche abitazioni.
S. Stefano di Sessanio è un borgo medioevale fortificato edificato tra le montagne dell’Abruzzo ad oltre 1250 metri di altitudine, all’interno del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. L’attuale configurazione urbana del borgo si costituisce in pieno Medioevo quando si sviluppa il fenomeno dell’incastellamento: un paesaggio insediamentale caratterizzato da abitati d’altura, circondati da un perimetro murario fortificato che restano ancor oggi uno degli elementi storico-topografici maggiormente caratterizzanti l’immaginario del paesaggio italiano.

L’integrità tra territorio e costruito storico si è conservata residualmente in alcuni borghi incastellati della montagna appenninica proprio a causa del loro spopolamento, nel più generale contesto di depauperamento del meridione, abbandono della montagna ed emigrazione delle sue genti.
Completamente  rinnovato a partire dal design esterno più deciso e robusto  che infonde sicurezza.Il frontale è stato ridisegnato con la calandra che si prolunga fino ai fari accentuandone la larghezza percepita; la nuova firma luminosa integra le luci diurne a LED. La linea di cintura rialzata rafforza la percezione di robustezza e di protezione, le barre da tetto in alluminio e i nuovi cerchi in lega da 17’’ conferiscono una linea più dinamica e le nuove modanature laterali nere sottolineano il look 4×4. Posteriormente le spalle più larghe donano un nuovo assetto al veicolo, ora dotato di una nuova firma luminosa Dacia con i quadrati rossi e una protezione sottoscocca posteriore più larga. Una crescita in personalità e in qualità che non impatta sulle dimensioni esterne, che mantengono la tradizionale compattezza di Duster.


Gli interni sono profondamente migliorati e assicurano comfort ed ergonomia.
Si scopre un abitacolo moderno, comodo e all’insegna della funzionalità. Il parabrezza portato in avanti offre una sensazione di maggiore spaziosità. Particolare attenzione è stata data all’acustica potenziando sia l’audio sia l’isolamento. I materiali sono qualitativamente superiori come anche le finiture.
La nuova plancia a forma di S e la console centrale integrano uno schermo Media Nav posizionato più in alto e orientato verso il conducente, migliorandone la fruibilità.
Si avverte un balzo in avanti in termini di qualità percepita.
Tanti i dettagli interessanti: il volante regolabile in altezza e profondità, il sedile conducente con regolazione lombare, il nuovo bracciolo centrale, i sedili con seduta allungata di 20 mm completamente ridisegnati, più avvolgenti, che assicurano un miglior sostegno laterale in curva.
Grazie al sistema Keyless entry sarà possibile aprire e chiudere le portiere senza dover cercare la chiave aumentando il comfort.
Gli interni hanno ancora più carattere e qualità grazie al nuovo quadro strumenti TFT (thin-film transistor) e ai tre comandi per la climatizzazione automatica che riprendono la forma delle bocchette di aerazione posizionate sopra la plancia. La consolle centrale integra nuovi comandi a forma di tasti di pianoforte, per una maggiore ergonomia e modernità, valorizzata dalla grana più raffinata e l’aspetto più opaco.

La straordinaria modularità interna e la presenza di numerosi portaoggetti permette a Nuovo Duster di offrire una grande capacità di carico.
Infatti dispone di 27,6 litri di vani portaoggetti suddivisi nell’abitacolo, tra cui un nuovo scomparto situato sotto il sedile del passeggero, con una capacità di 2,8 l.
Il volume del vano bagagli, sotto la cappelliera è di 478 litri per la versione 4X2 e di 467 litri per la versione 4X4 mentre il volume massimo, con la panca posteriore ripiegata, è di 1.623 litri.
Nuovo Duster si arricchisce con una tecnologia mai vista prima su Dacia, che permette un aumento del comfort, della sicurezza e delle capacità 4X4.


La nuova tecnologia si manifesta a bordo con la presenza del nuovo servosterzo ad assistenza elettrica, keyless entry, clima automatico e il nuovo sistema di insonorizzazione, che garantiscono maggiore comfort.
Il Sistema Multiview camera (quattro videocamere indipendenti: frontale, laterali e retrocamera), unito al sistema di assistenza in discesa e in salita, facilitano le manovre e la percezione degli ostacoli, rinnovando completamente l’esperienza 4X4.
Infine la nuova tecnologia rende Nuovo Duster ancora più sicuro, grazie agli Airbag a tendina, all’accensione automatica delle luci e al Blind Spot Warning (Sistema di controllo dell’angolo cieco).
Conservate le capacità di superamento ostacoli ai vertici del mercato che lo hanno contraddistinto, il piacere di guida aumenta con il nuovo servosterzo ad assistenza elettrica che riduce lo sforzo nelle manovre; il sistema Multiview camera che consente di visualizzare meglio lo spazio attorno al veicolo; il sistema di assistenza in discesa (Hill Descent Control) che aumenta il controllo del veicolo in caso di forti pendenze e l’assistenza alle partenze in salita (Hill Start Assist) che facilita la guida nelle condizioni più difficoltose. Per i fuoristradisti, la bussola e le informazioni su angoli di rollio e beccheggio sono accessibili dal 4×4 Monitor integrato nel Media Nav. Quest’ultimo è completo di Driving Eco2 che grazie alla funzione eco-coaching consente al conducente di ottimizzare la guida.


A bordo ancora più sicurezza grazie a un telaio rinforzato e nuovi airbag laterali a tendina che si vanno ad aggiungere a sistemi di assistenza alla guida come il Blind Spot Warning, accensione automatica delle luci, cruise control e limitatore di velocità.
Con Nuovo Duster anche il naming dei livelli della gamma Dacia si aggiorna.
Il primo livello si chiamerà Access (in precedenza Duster), la precedente versione Ambiance diventerà la Essential, mentre il cuore di gamma sarà la Comfort (in precedenza Laureate). Il top di gamma sarà rappresentato dall’esclusiva versione Prestige, che conterrà tutte le caratteristiche distintive di Nuovo Duster.
L’entry level ACCESS è dotato di: ABS, airbag, ESP, cerchi in acciaio da 16’’, computer di bordo, kit gonfiaggio, ISOFIX, cappelliera removibile, chiusura centralizzata. Tra le novità: LED DRL, sensore luci, airbag laterali a tendina, servosterzo elettrico, alzacristalli anteriori elettrici, Hill Start Assist, limitatore di velocità e paraurti in tinta.
A partire da 11.900 euro nella motorizzazione benzina 1.600 cc SCe 115CV 4×2.


Il secondo livello ESSENTIAL si riconosce dal design esterno con le barre al tetto nere e con i cerchi in acciaio da 16” con design Fidji. Oltre alla dotazione prevista su ACCESS, il livello ESSENTIAL offre di serie anche la radio Dacia Plug&Play, i fendinebbia e l’Hill Descent Control sulle versioni a trazione integrale.
Essential è commercializzato a partire da 12.600 euro nella motorizzazione benzina 1.600 cc SCe 115CV 4×2.
Il terzo livello, COMFORT, si arricchisce ulteriormente con: cerchi in lega Dark Metal da 16” con design Cyclades, climatizzatore manuale, Media Nav Evolution, Pack Modularità, maniglie in tinta, sensori di parcheggio posteriori, retrovisori elettrici e stripping neri sui montanti. Le novità che lo completano sono: volante in pelle TEP, schermo TFT, 4×4 monitor su versioni a trazione integrale, cruise control, terminale di scarico cromato e vetri elettrici posteriori.
Il livello Comfort parte da 14.300 euro nella motorizzazione benzina 1.600 cc SCe 115CV 4×2.
Infine il top di gamma è rappresentato da PRESTIGE che completa la dotazione di serie del precedente livello, aggiungendo: cerchi in lega da 17’’ con design Maldive, sellerie specifiche e interni con finiture in TEP, protezioni sottoscocca anteriori e posteriori Dark Metal, barre tetto Dark Metal, retrocamera di parcheggio, bracciolo centrale anteriore, supporto lombare, calotte retrovisori Dark Metal, vetri posteriori e lunotto scuri, climatizzatore automatico e Blind Spot Warning.
Il livello Prestige parte da 15.300 euro nella motorizzazione benzina 1.6 SCe 115CV 4×2.


Sotto al cofano
Nuovo Dacia Duster è disponibile nelle seguenti motorizzazioni tutte dotate di sistema Stop&Start:
Benzina: 1.6 SCe 115CV (disponibile sia sulla versione 4X2 sia sul 4X4).
Diesel: 1.5 dCi 90CV per la versione 4X2 e il 1.5 dCi 110CV per le versioni 4X2 e 4X4. La motorizzazione dCi 110CV (sulla versione 4X2) è disponibile anche con trasmissione automatica a doppia frizione EDC.
Oltre alle tinte già presenti su Duster, Bianco Ghiaccio, Blu Navy, Grigio Platino, Grigio Cometa, Brun Vison, Blu Cosmo e Nero Nacrè, sono disponibili due nuove tinte: Orange Atacama e Beige Duna. Nuovo Duster sarà disponibile a partire dall’11 gennaio in quattro livelli di allestimento, completamente rinominati, ancora a partire da 11.900 euro, stesso prezzo con tanto contenuto prodotto in più.
E poi arriva l’appetito e in questa meravigliosa terra non si può non gustare arrosticini di capra e salsiccia!





Ankle Cheap Christian louboutin Women Ron Ron Louboutin 100mm Red Black Pumps Sale Women.