Adria Motor Week

I motori accendono la passione

Gare in circuito, sfide incrociate, drifting, test drive e tanto show nella seconda giornata del nuovo, grande evento di motorsport. “Queste cose mi piacciono, mi fanno battere ancora il cuore”, ha detto Marco Lucchinelli. Domani scendono in pista le GT e Turismo

La seconda giornata dell’Adria Motor Week va in archivio con un grosso successo di pubblico, che non si è lasciato scoraggiare dalle previsioni di pioggia, e che si è accalcato sulle nuove tribune realizzate per l’occasione: le emozionanti gare in pista, le sfide incrociate dall’esito immediato, lo spettacolare drifting anche con i camion, le selezioni del Rally Italia Talent, il Trofeo Suzuki e le finali di Formula X, questo il piatto ricco del sabato all’Adria Motor Week.

Spettatore d’eccezione il campione del mondo di motociclismo Marco Lucchinelli, che ha provato anche la Suzuki Swift con lo skid per le selezioni del Rally Italia Talent. “Queste cose mi piacciono, mi fanno battere ancora il cuore e mi fanno tornare la voglia di mettermi al volante”, ha detto ‘Lucky’. “Al Motor Show era bellissimo perché a fine anno ritrovavi tutti i piloti, si correva con il kart, oppure con le motard, o in macchina, magari portando la gente accanto… ben vengano iniziative come queste!”

“Agli inizi di dicembre eravamo tutti abituati a prendere la macchina per andare a vedere le gare della passione al MotorShow, dunque perché non provare a trasferirle non così lontano da Bologna, qui a Adria, dove la passione regna sovrana?”, ha commentato l’ing. Massimo Nalli, presidente di Suzuki Italia. “Mi piace questa commistione fra diverse anime del motorsport: dal drifting dei trucks, dalle gare con le Suzuki Swift fino al Rally Italia Talent, per chi sogna di diventare protagonista e lo già nell’Adria Motor Week”.  In pista si sono svolte le gare della Formula X Italian Series. Nella Formula Class Junior, doppietta per Marco Visconti, nel Turismo doppia affermazione per Jonathan Giacon, nella Formula X, vittoria di Marco Minelli in entrambe le gare. Nel campionato Predator’s Corrado Cusi e Andrea Fersini si sono alternati sul gradino più alto del podio, mentre fra le GT Light Federico Scionti si è imposto in gara1 e Michele Castagnoli in gara2. Tutte le gare sono state trasmesse in diretta su AutomotoTV e in livestreaming. 

Nel Trofeo Suzuki, Lorenzo Codecà ha debuttato al volante della Swift gruppo R1, misurandosi con gli specialisti della Rally Cup in avvincenti prove a inseguimento.
Ha vinto per Nicola Schileo, che in un’accesissima finale si è imposto proprio sul pluricampione Lorenzo Codecà, mentre Fabio Poggio si è aggiudicato il terzo gradino del podio. Sotto i riflettori di Adria hanno sfilato anche i piloti della dodicesima edizione della Suzuki Rally Cup e quelli della ventesima stagione di Suzuki Challenge, che si corre con Grand Vitara 1.9 DDiS T2, la serie privata riconosciuta ufficialmente da ACI Sport più longeva e partecipata della storia dell’off-road nazionale. Suzuki Italia ha scelto infatti Adria Motor Week per premiare i suoi campioni del 2019.
Nell’area off-road, invece, spazio al Trofeo Italia Rally e alla R5-R4 Cup.

RALLY ITALIA TALENT – Nei tre giorni dell’Adria Motor Week si svolge anche una tappa straordinaria di Rally Italia Talent 2020, organizzato per il settimo anno da ACI Sport e che avrà SWIFT Sport come Auto Ufficiale. Il casting, che si tiene sull’asfalto dell’International Raceway, fa da preludio alle nove selezioni regionali inserite nel calendario del Talent, la prima delle quali sarà nel fine settimana del 10 – 12 gennaio. Ad Adria sono presenti alcuni esaminatori di Rally Italia Talent, che valutano gli aspiranti rallisti, chiamati a dar prova del loro talento su quattro SWIFT Sport, una delle quali dotata di skid. Al termine di ogni giornata viene decretato un vincitore, che parteciperà poi a una gara individuata dall’organizzatore della manifestazione di Adria.

IL DRIFTING – All’Adria Motor Week torneranno sulla pista veneta anche le mirabolanti auto da drifting. A guidarle, piloti d’eccezione, come il neocampione italiano della classe Pro Alberto Cona, il diciottenne Mariano Lavigna, campione italiano della categoria Pro2, e l’ingegnere dei traversi Gianluca Lazzaroni, che nella vita di tutti i giorni fa perizie assicurative ma nei weekend si trasforma in un caparbio e spettacolare pilota di drifting. A capitanarli, Emanuele Festival, il promoter del Campionato Italiano Drifting.

IN PISTA CON I PILOTI – Grande entusiasmo da parte del pubblico che ha girato in pista a fianco dei piloti di drift, assaporando i loro traversi a bordo di vetture da 600 cavalli. Nella tre-giorni di Adria, infatti, i visitatori possono salire gratuitamente a bordo per il taxi-drift: è sufficiente recarsi al punto di accredito, dove il personale darà il casco e allaccerà le cinture agli appassionati che vogliano gustarsi un giro adrenalinico. Tutte da vivere anche le emozioni sulle Mercedes AMG, a fianco dei campioni di GT Giacomo Altoè e di turismo TCR Giovanni Altoè.

Ankle Cheap Christian louboutin Women Ron Ron Louboutin 100mm Red Black Pumps Sale Women.