Donne in tuta: Rachele alla – TIVM – Orvieto

La cronoscalata orvietana regala grandi gioie a Rachele Somaschini, ma “vandali” danneggiano la vettura nel paddock

La prima tappa di un finale di stagione incandescente per Rachele Somaschini ha avuto due facce: Se da una parte c’è grande gioia per i risultati raggiunti alla 45° Cronoscalata della Castellana, valida per il Trofeo Nazionale Velocità Montagna, con la pilota milanese capace di centrare, con la MINI Cooper S JCW preparata da RS Team, la 13° posizione assoluta, terza di gruppo RS Plus, seconda in classe RSTB 1.6 Plus e tra i piloti Under 25, oltre ad aver trionfato nella “Coppa Dame”. Dall’altro lato della medaglia, ad Orvieto, la pilota testimonial della Fondazione Ricerca Per la Fibrosi Cistica – Onlus è stata protagonista di fatti che minano il clima di festa che si respira nel “mondo delle salite”. Infatti, nella giornata di domenica, la vettura di famiglia, parcheggiata in un luogo adiacente il paddock, è stata oggetto di atti vandalici.
“Il clima di festa che ho respirato ad Orvieto, mi è capitato poche altre volte di viverlo. – ha commentato Rachele Somaschni – Per questo voglio fare i complimenti agli organizzatori che, nonostante la gara non sia inserita nel Campionato Italiano Velocità Montagna, sono riusciti a portare oltre 150 piloti in gara. È stato sicuramente un weekend da incorniciare e sono stata accolta al meglio dai piloti locali che mi hanno aiutata nel ricordare un tracciato che non conoscevo. Questo è il mondo delle salite che conosco e che ho sempre amato, non quello che, purtroppo, ha rovinato un fine settimana stupendo. Credo che gettare dell’acido sulla portiera di una vettura parcheggiata sia un atto vile e da condannare da parte di tutti. Con la mia famiglia abbiamo sporto denuncia contro ignoti per quanto accaduto e speriamo che i responsabili vengano individuati. Essendo, la nostra, l’unica macchina oggetto di vandalismi all’interno del parcheggio, a tutti gli effetti, questo diventa un atto intimidatorio nei miei confronti e in quelli della mia famiglia. Dispiace che in un clima di festa come quello delle salite, dove nel clima di competizione, si è comunque tutti amici, succedano dei fatti gravi come questo”.
La gara orvietana è stata un banco di prova importante, per la 23enne pilota di Cusano Milanino che, il prossimo fine settimana, sarà impegnata nel 10° round del Campionato Italiano Velocità Montagna, in Sicilia, alla 59° Monte Erice: “Ad Orvieto, sia con strada asciutta che, domenica, sul bagnato siamo stati molto competitivi. – ha aggiunto la pilota RS Team – Abbiamo trovato il giusto assetto per la vettura e tutte le modifiche che abbiamo apportato hanno consentito di raggiungere un ottimo risultato. Questo mi consente di guardare alla gara di Erice con grande fiducia. Sarà bello tornare a confrontarsi con avversari di grandissimo valore che, quest’anno, stanno rendendo il campionato ancora più avvincente”.
Nonostante le condizioni meteo avverse, anche ad Orvieto, nel paddock della Cronoscalata della Castellana, grande interesse suscitato dalle iniziative per sostenere la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus. Nel paddock, i gadget e le magliette di #CorrerePerUnRespiro hanno fatto raccogliere altri fondi desinati a sostenere il progetto Task Force for Cystic Fibrosis.
UN’IMPRESA STRAORDINARIA, #CorrerePerUnRespiro
#CorrerePerUnRespiro è una iniziativa nata da un’idea di Rachele Somaschini per sensibilizzare e diffondere la conoscenza sulla fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa in Italia da cui lei stessa è affetta.
Testimonial per Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus (FFC) Rachele ha come primo obiettivo non solo mettere a disposizione il suo talento automobilistico per parlare di questa patologia ma soprattutto impegnare la sua energia e vitalità per raccogliere fondi da destinare al progetto d’eccellenza Task Force for Cystic Fibrosis (TFCF). Una sfida ambiziosa promossa in sinergia con l’Istituto G. Gaslini e l’Istituto Italiano Tecnologia di Genova il cui obiettivo è scoprire la molecola più adatta a diventare il farmaco in grado di correggere la mutazione genetica più frequente, la ΔF508, che interessa nel mondo il 70% dei malati di fibrosi cistica.
Il malfunzionamento di questa proteina altera le secrezioni di molti organi ed in particolare pancreas e polmoni con danni progressivi che portano ad insufficienza respiratoria ed in ultimo, nei casi più gravi, al trapianto.
Sarà attraverso il contributo di #CorrerePerUnRespiro ed altri eventi come quello di Rachele che sarà possibile compiere questa impresa straordinaria che Fondazione si è impegnata a sostenere per il costo di circa 1 milione e 250 mila Euro.
Piparula, una nostra amica illustratrice, ha trasformato Rachele in uno dei suoi personaggi ed ideato magliette e simpatici doni che sono a disposizione sul sito rachelesomaschini.com per chi desidera contribuire con una donazione.



Ankle Cheap Christian louboutin Women Ron Ron Louboutin 100mm Red Black Pumps Sale Women.